Prepararsi per le OCR

La gara OCR è una attività fisica unica e divertente, che pone l’accento su molti aspetti del fitness. Quindi prepararsi per le OCR richiede un certo impegno.

Per "correrla" è bene avere forza, buona stabilità della zona addominale (core) e resistenza muscolare e cardiorespiratoria. Per non dimenticare che una OCR è anche divertimento, occorre evitare che la fatica la faccia da padrona assoluta, riducendo il divertimento e minando la determinazione. Per ridurre la possibilità che si verifichi questa eventualità è opportuno conoscere le difficoltà che si potrebbero incontrare. Abbiamo realizzato questo OTC (Obstacle Training Centre), in modo da offrirvi la possibilità di “provare” i più comuni ostacoli di una OCR e permettervi di valutare e/o conoscere il vostro livello di fitness.

Ad ogni buon conto, è bene ricordare che la preparazione fisica ha comunque, e aggiungerei sempre, la sua importanza. Di seguito, quindi, dei suggerimenti su esercizi da preferire in palestra, per ottenere la preparazione fisica in ottica eventi OCR.

In questa pagina, non vi proponiamo programmi pre-confezionati (quante volte ripetere l’esercizio, carico da usare, ecc.) per svolgere l'allenamento. Un programma di allenamento, per essere efficace, deve essere personale, commisurato al proprio livello, all’obiettivo desiderato (voglio arrivare al traguardo di una OCR, voglio vincere una OCR) e che tenga conto del tempo che è possibile dedicare all’allenamento. Ricordate, un programma di allenamento deve lavorare con il corpo e non contro di esso, tentando di trasformarlo a tutti i costi.

Il programma personalizzato, lo potete chiedere al vostro istruttore, in palestra, ovvero a noi, quando deciderete di frequentare il nostro OTC.
Gli esercizi sui quali riteniamo sia necessario porre attenzione sono:

TIRE FLIP: squat (sia back squat che front squat), stacco da terra, trazioni alla sbarra (pull-up);

MURO: dip, affondi, trazioni alla sbarra (presa supina – chin-up), box-jump;

CORDA: pull-up (trazioni alla sbarra) con asciugamano.

In generale è comunque sempre opportuno effettuare esercizi per rinforzare la presa delle mani, la flessibilità ed il core (plank, plank laterale, mountain climber, ecc).

In qualsiasi caso, ricorda che è importante allenarsi correttamente, abituando il corpo a sopportare la fatica in maniera progressiva. Quindi, durante l'allenamento, l'incremento del tempo sotto sforzo ovvero l’aumento del carico di lavoro devono avvenire lentamente. Il graduale incremento può essere una grande sfida perché è facile farsi prendere dalla foga di raggiungere l'agognato obiettivo e quindi fare troppo e troppo presto con conseguenze non positive.